ESPERIENZA “ALTERNANAZA SCUOLA LAVORO” IN COLLABORAZIONE CON FORUM SOLIDARIETA’

Nell’ ambito della nuova normativa che prevede nelle scuole superiori l’obbligo per i ragazzi di effettuare ore in alternanza scuola-lavoro, abbiamo partecipato all’esperienza proposta da Forum Solidarietà, che permette loro di effettuare queste ore presso le Associazioni di Volontariato. L’idea seppur molto interessante, perché ci permetteva di metterci in contatto col mondo giovanile, ci aveva comunque creato alcune perplessità soprattutto rispetto alla nostra possibile capacità di rapportarci con loro nel modo più adeguato al loro universo, ma anche in considerazione della struttura della nostra associazione di recente istituzione : saremmo riusciti a sostenere l’impegno preso?
Subito Forum ci rassicurava informandoci che era previsto un corso di formazione oltre al sostegno organizzativo gestionale sia da parte loro che della scuola. Forti di queste rassicurazioni siamo partite con tanta energia e buoni propositi sperando anche di trovare ulteriori nuovi stimoli , nonché soci, tra i ragazzi. Le serate del corso di formazione sono state veramente illuminanti, utilissime per il progetto, ma anche formative a livello personale; abbiamo approfondito aggiunto consapevolezza rispetto alle motivazioni che spingono le persone al volontariato, questa conoscenza di sé come volontario permette di dare motivazione sempre nuova alle iniziative. Già nella giornata di apertura i ragazzi hanno risposto alla nostra presentazione in modo inaspettato, a fronte di un video realizzato per spiegare ed illustrare in modo un po’ accattivante le attività associative e l’ambiente di cui ci occupiamo, il loro interesse infatti si è subito spostato su noi: come mai avete deciso di fare i volontari? Come vi siete conosciute? Chi ve lo fa fare? Tutte domande sulle quali avevamo lavorato al corso e che ci hanno permesso di capire che “avevamo fatto centro” perché in realtà il Ns vero scopo era quello di avvicinare i ragazzi al mondo del volontariato e suscitare in loro il desiderio di farne parte. Nelle giornate successive l’attività è continuata in un buon clima ed hanno realizzato la Brochure informativa dell’associazione, tradotto in Inglese i testi del Ns sito internet e organizzato un concorso fotografico all’interno dell’Istituto per la realizzazione di cartolina augurale, quest’ultima iniziativa ha permesso loro di condividere con gli altri compagni d’Istituto il loro lavoro. La restituzione tramite un questionario compilato dai ragazzi ha dato degli spunti utili, a nostro avviso per eventuali future esperienze. Complessivamente sono rimasti soddisfatti, quasi tutti la proporrebbero ad un’amico perch’è interessante conoscere nuove persone, passioni, inoltre ha dato impulso alla loro creatività, ha reso felici perché ha dato la possibilità di mettere “un po’ di noi nell’associazione”, “è una lezione di vita che tutti dovrebbero ricevere per imparare ad essere meno egoisti”, “conoscere una cultura diversa”. Alla domanda cosa cambieresti la maggioranza ha scritto che è stata una “bella esperienza ma che il lavoro non era equamente distribuito, quindi ci sono stati ragazzi super impegnati e altri meno”, “propongono il coinvolgimento degli insegnanti”, “non proporrebbero per il futuro il concorso fotografico se non organizzato in modo diverso tipo uscita ad ok”, “abbiamo lavorato in armonia con noi stessi e con i tutor”. Diversi ragazzi pur dando una risposta positiva all’esperienza, valutano troppo lunga in termine di ore sottratte allo studio.